Divertimenti e solidarietà nel bianco Natale milanese

Prevista neve. Il sindaco porta doni al Niguarda e auguri al Redaelli. Proteste davanti a San Vittore

Divertimenti a non finire, tanta solidarietà, e anche una mattinata di protesta in piazza per i reclusi a San Vittore. Sono le tante facce del Natale milanese. Che, secondo gli esperti dell’Arpa, potrebbe essere imbiancato da deboli precipitazioni di neve, sia domani che a Santo Stefano. Tanto che il Comune ha già fatto scattare il preallarme dalle ore 12 del 26. Genitori e bambini potranno trascorrere il Natale al Castello di Cristallo, il laboratorio di Ambra Orfei aperto da oggi in piazza San Fedele dove animatori vestiti da gnomi insegneranno ai piccoli come creare semplici regali con la carta e le forbici, oppure sulla pista di pattinaggio in piazza Duomo. E il 26 dicembre piazza Duomo, San Babila, corso Como e Garibaldi saranno invase da clown, giocolieri e trampolieri per il «Festival di Natale 2005». Adatti a tutte le età i mercatini allestiti fino al 6 gennaio alla Loggia dei Mercanti e in largo Corsia dei Servi.
Gabriele Albertini domani farà il «Babbo Natale» tra i bimbi ricoverati all’ospedale Niguarda. Alle 10 visiterà i pazienti del reparto «Mariani» e porterà doni ai piccoli. Solo auguri, invece, agli anziani dell’istituto geriatrico Redaelli e a quelli del Pio Albergo Trivulzio, che il sindaco andrà a salutare in mattinata, mentre alle 12.30 incontrerà i «carissimi» dell’Opera Cardinal Ferrari. La sua mattinata inizierà però al carcere di San Vittore, dove alle 8.30 il cardinale Dionigi Tettamanzi celebrerà la Santa Messa per i detenuti. Gli appuntamenti natalizi dell’Arcivescovo inizieranno con la Messa di mezzanotte in Duomo. Dopo San Vittore, invece, celebrerà il Solenne Ponteficale in Duomo alle 11, visiterà gli ospiti della Comunità di Sant’Egidio in piazza Ferrara al pranzo per gli stranieri, i nomadi e i senza fissa dimora e alle ore 16 celebrerà i vespri solenni in Duomo.
Natale di solidarietà per le oltre 120 famiglie milanesi che domani aderiranno ad «Aggiungi un posto a tavola»,ospitando a cena un extracomunitario in difficoltà. L’Osservatorio di Milano, promotore dell’iniziativa, anticipa che quest’anno il progetto raddoppia: per Capodanno i ruoli si invertiranno, e saranno le famiglie straniere ad ospitare, questa volta per il pranzo, i milanesi. Penne al ragù, arrosto e salsicce con patate, vino rosso, panettone e caffè erano invece nel menù servito ieri dai City Angels al pranzo di Natale organizzato dai City Angels per 80 senzatetto e offerto gratis dal ristorante «Via Prè» sul Naviglio Grande.
Per molti laici e religiosi, sarà invece un 25 dicembre dedicato ai problemi del carcere e dei reclusi. Parallelamente alla Marcia di Natale organizzata a Roma da Radicali e Sdi, riuniti nella Rosa nel pugno, domani alle 10 in piazza Aquileia, alle spalle del carcere di San Vittore, associazioni e volontari manifesteranno per sostenere l'approvazione di un provvedimento di amnistia e indulto. Tra gli aderenti Cgil, Caritas, Gruppo Abele, i candidati sindaco dell’Unione Dario Fo e Bruno Ferrante. Alle 10.30, invece, il presidente della Provincia Filippo Penati e l'assessore provinciale Francesca Corso porteranno dei doni alle mamme recluse a San Vittore e ai loro bambini.