Come divertirsi e imparare a guidare meglio

C’è la Ferrari, quest’anno, ad accogliere i visitatori del Motor Show nel Quadriportico, crocevia della passione per i motori dove la casa di Maranello propone un allestimento in chiave prettamente «racing», un’anticipazione della presenza delle sue auto da competizione che saranno impegnate in Area 48 domani, giornata interamente dedicata alle rosse del Cavallino che prevede il «Ferrari Challenge», lo show delle Fxx e il tradizionale pit stop con cambio delle gomme. Non ci sono le Ferrari di serie perché il visitatore del 34° Motor Show di Bologna non troverà nei padiglioni i consueti megastand delle case, ufficialmente assenti, anche se molte, una quindicina, propongono al pubblico i loro ultimi modelli nello spazio espositivo di Quattroruote che occupa interamente il padiglione 26. Con i piloti della «Scuola di guida sicura» del mensile sarà poi possibile provare nelle aree esterne le novità di Alfa Romeo, Bmw, Citroën, Dr, Fiat, Ford, Hyundai, Kia, Mercedes, Mini, Opel, Porsche, Smart, Suzuki e Toyota, i test-drive in fiera che rappresentano un elemento distintivo dagli altri saloni che il Motor Show non ha abbandonato in questa edizione straordinaria. Straordinaria perché più corta rispetto alla tradizione, ma nemmeno tanto insolita se guardiamo al programma che agli appassionati appare come un ritorno alle origini della rassegna, che dell’originalità ha fatto la sua arma vincente, con il ritorno di discipline delle due e quattro ruote che riempiranno il calendario degli eventi nell’area 48, la MotorSport Arena, che per l’occasione si presenta come un vero «catino». I fan dei campioni trovano quest’anno due novità assolute nei padiglioni 29 e 36 che ospitano i «Racing Paddock Show» delle quattro e delle due ruote, luoghi dove i visitatori potranno entrare in contatto con i team e vivere l’esperienza del vero paddock del padiglione 35 che, per ragioni di sicurezza, rimane tuttora interdetto al pubblico. Il circuito della MotorSport Arena cambierà sempre volto trasformandosi via via da pista di asfalto in pista per supermotard, in area dedicata al freestyle e infine in pista di terra, per ospitare le gare di motocross e il «Memorial Bettega» durante il quale si sfideranno campioni come Marcus Gronholm, Petter Solberg e Mikko Hirvonen insieme a un driver d’eccezione come Valentino Rossi che piloterà una Ford Focus Wrc.
Grande spazio avranno le supercar, con il «Lamborghini Show» previsto domenica quando si svolgeranno anche le gare delle Gt. Fuori del comune sarà, poi, la competizione fra le Formula 1 storiche nella Formula Legend, mentre per la prima volta si può assistere tutti i giorni alle accelerazioni brucianti di trattori trasformanti in dragster che animano il «Tractor Pulling» del padiglione 42. Tornano anche gli stuntman, con l’attrazione di Mirabilandia «Scuola di Polizia» e tutto da scoprire è il «Demolition Derby». L’aumento dei decibel, rispetto alle ultime edizioni, è assicurato e il sound troverà la sua espressione più naturale nel padiglione 30 che ospita il meglio del car audio nella più vasta cornice del tuning, con un’anteprima del «My Special Car Show 2010».
Per la prima volta, nella storia del Motor Show, un padiglione, il 33, sarà interamente dedicato alla «Motor Valley», la magica terra dove nascono auto e moto che il mondo ci invidia, ricca di circuiti, musei e collezioni private protagonisti di un viaggio virtuale che i più previdenti, attraverso il sito del Motor Show, visiteranno con uno dei tour reali predisposti insieme all’Apt regionale, un’iniziativa al suo debutto che andrà a consolidarsi in futuro. Giocare al Salone, come invita a fare lo slogan della manifestazione, può significare anche partecipare a un casting per l’edizione di quest’anno del «Grande Fratello», oppure mettersi alla prova a bordo di evoluti simulatori nello spazio riservato all'Osservatorio per l’educazione stradale e la sicurezza della Regione Emilia-Romagna per poi verificare sul campo le proprie capacità insieme agli istruttori dell’Aci al volante di Mini e Bmw.
Di grande attualità, infine, è «Ecocity», una rassegna dedicata alle vetture mosse da carburanti alternativi, accolte al padiglione 25 insieme alle auto d'epoca.