Il docente affascina gli studenti ma in università si nasconde il giallo

A Torino un convegno internazionale, ispirato alla dicotomia schmittiana di «amico-nemico» e suggerito da un giurista universitario (Tommaso Ragno), consulente di grosse imprese; a Pisa una studentessa (Myriam Catania) incapricciata di lui e uno studente (Giulio Pampiglione) - succube di lei, geloso di lui - che si suicida o è ucciso... Ecco L'uomo privato, scritto e diretto da Emidio Greco. Nel personaggio principale confluiscono vari, reali accademici, fusi in una persona ritrosa, dunque in un uomo privato, dotato e algido, colto e flessibile: ai «poteri forti» la cultura piace, sì, se serve. Ellittico, L'uomo privato è ben fotografato e ben costruito, anche scenograficamente: meglio queste rarefazioni che spiegazioni affidate alla voce fuori campo o alla didascalia finale.

L'UOMO PRIVATO - di Emidio Greco (Italia, 2007), con Tommaso Ragno, Myriam Catania. 100 minuti