Documenti falsi Polaria ferma due clandestini

Un brasiliano di 26 anni e un marocchino di 41 sono stati arrestati dalla Polaria di Linate per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e ricettazione. I due avevano allestito una florida attività di produzione di documenti falsi. «In uno scantinato in via Sangallo usato come laboratorio per la falsificazione di documenti - ha spiegato Danilo Gagliardi, dirigente di Linate - sono stati sequestrati centinaia di contrassegni assicurativi per auto, carte verdi, decine di permessi di soggiorno, centinaia di carte d'identità, tutti contraffatti ma partendo da carta originale». I due fornivano «pacchetti completi» di documenti, su ordinazione, dietro compensi variabili tra i mille e i duemila euro. Le indagini, ora, mirano a capire i canali attraverso cui i due sono riusciti a procurarsi i documenti in bianco.

Annunci

Altri articoli