Dodicenne folgorato al luna park

Un ragazzino di dodici anni è morto folgorato ieri sera in un luna park di Montesilvano, piccola cittadina della riviera abruzzese in provincia di Pescara, per colpa di un cavo dell’elettricità scoperto. Il bambino, ha riferito una fonte dei Carabinieri sottolineando che la dinamica dell’incidente non è ancora chiara, «sarebbe stato folgorato da una scarica elettrica all’esterno di una giostra». Il ragazzino, M.S., di Montesilvano, «è morto sul colpo verso le 22» dopo aver toccato «un filo o una struttura metallica». In compagnia di un amico, è stato investito dalla scarica mentre camminava vicino al «Castello dei fantasmi».
Da una prima ricostruzione il ragazzino sarebbe finito accidentalmente sui cavi dell’alta tensione che alimentavano l’attrazione del luna park ora sequestrata dai carabinieri. Per accertare le cause del decesso è al lavoro un medico legale.