Dodici fate per un calendario letterario

È dedicato ai bambini il calendario curato da Francesca Pansa Le fatine sapienti (editore Salani). I volti di dodici scrittrici italiane segnano i dodici mesi dell’anno, venendo a costituire una novità assoluta: un calendario letterario affidato a immagini, testi e disegni, pensato per i bambini ed eseguito in parte dagli stessi bambini che hanno realizzato i disegni, liberamente interpretando i racconti delle scrittrici. Il calendario è aperto dalla foto di Dacia Maraini e chiuso dal volto di Alda Merini. In mezzo ci sono Valeria Parrella, Silvana De Mari, Tina Anselmi, Elena Löwenthal, Barbara Alberti, Vivian Lamarque, Silvia Cossu, Bianca Pitzorno, Lia Levi e Francesca Sanvitale. Ognuna di esse è presente con una piccola storia, una breve favola, una scheggia narrativa, «un invito alla lettura - dice Francesca Pansa - che deve accompagnare i bambini per ogni mese dell’anno». Così Dacia Maraini racconta come una vecchia pecora si è ribellata alla clonazione, la giovane scrittrice napoletana Valeria Parrella ricorda come visse, da bambina, il terremoto a Napoli. Il calendario è in un certo qual modo il «figlio» de Le fate sapienti 2006, che è invece dedicato agli adulti, sempre curato da Francesca Pansa con le fotografie di Muriel Oasi. Qui compaiono anche Margaret Mazzantini, Agota Kristof, Susanna Tamaro, Melania Mazzucco, Magda Szabò, Tracy Chevalier e Marosia Castaldi. Di ognuna è pubblicato un brano tratto da un libro o da una raccolta di racconti.