Dodicimila persone prendono d’assalto il Belvedere del Pirellone

Boom di visitatori al Belvedere appena realizzato al 31° piano del Grattacielo Pirelli: 12mila persone in una settimana, dall’1 all’8 marzo, sono salite ad ammirarlo, insieme allo splendido panorama. Non poteva meglio coronarsi il sogno di Giò Ponti, creatore dell’edificio, che appunto l’aveva immaginato come una piazza aperta sulla città. «Uno spettacolo di bellezza - ha commentato Roberto Formigoni -, una bellezza insieme naturale, artistica e architettonica, che la gente ha mostrato di recepire a apprezzare con slancio e genuinità».
I numeri più significativi, complice anche la bellissima giornata, si sono registrati la scorsa domenica con 5.200 visitatori. Da non sottovalutare, spiega la Regione, neanche la curiosità che continua a suscitare la grande accoppiata «Vertical Sprint» (gara agonistica lungo i 710 gradini che portano in cima al Palazzo più alto della Regione) e «Vertical Day», ovvero la possibilità di salire al 31° a piedi o in ascensore. Domenica, 1.200 persone, fra le quali molti bambini, hanno provato l’ebbrezza di salire a piedi i 127 metri della sede di Regione Lombardia e circa 2.200 invece, hanno preferito usare l’ascensore.
Notevole anche il successo riscosso dalle visite guidate cominciate sabato 28 febbraio e conclusesi il sabato successivo: 7 giorni che hanno dato la possibilità a chiunque lo desiderasse, previa prenotazione, di ammirare dall’alto le bellezze della nostra regione tramite visite guidate affidate alle spiegazioni di personale specializzato. In una settimana si sono registrati 2.400 accessi totali, con punte di 600 visite nella sola giornata di sabato 7 marzo. Soddisfatti le autorità e i rappresentanti del mondo della moda e del design (oltre 500) che, nelle serate di mercoledì 25 e giovedì 26 febbraio, hanno avuto la possibilità di visitare in anteprima il Belvedere con il presidente Formigoni che ha spiegato loro le fasi della ristrutturazione.