Un "dolce" tuffo nella storia per le vie di Milano

Milano dà il via alle celebrazioni della attesissima Festa del Torrone di Cremona con una rievocazione in costume: sabato 20 novembre sfilerà per le strade della città il corteo nuziale di Bianca Maria Visconti

Si preannuncia davvero "dolce" questo fine settimana in Lombardia: Milano e Cremona, insieme, danno vita ad una straordinaria Festa del Torrone e celebrano un matrimonio storico, quello di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. La leggenda vuole che fu proprio in loro onore che il 25 ottobre 1441 venne servito per la prima volta questo dolce "dalla forma di Torrazzo", a base di miele e mandorle.

Sabato 20 novembre, Milano dà il via alle celebrazioni cremonesi con una rievocazione in costume, un evento che, mai come quest'anno, vuole essere rispettoso delle tradizioni, a metà tra storia e leggenda.

Era l'ottobre 1441: il signore di Milano, Filippo Maria Visconti, decise di dare in sposa sua figlia, l’allora sedicenne Bianca Maria, al comandante di ventura Francesco Sforza. Le nozze allestite, neanche a dirlo, furono fastose. Vennero celebrate a Cremona, la città data in dote alla giovane rampolla e qui, si dice, i mastri pasticceri inventarono una torta nuziale a base di mandorle, miele e bianco d'uovo, il cui nome e forma omaggiavano la famosa torre campanaria della città, il Torrazzo appunto.

Nascevano così il torrone ed una tradizione divenuta imperdibile nell'autunno cremonese e, da quest'anno, anche lombardo. Per l’edizione 2010, infatti, Milano torna ad essere coprotagonista di questa storia esattamente come sette secoli fa. Per farlo, il Comune ha organizzato una rievocazione storica del viaggio della sposa e del suo corteo, comprensivo di 150 figuranti, tutti in costumi rinascimentali.

Chi si recherà domani al Castello Sforzesco alle ore 11 potrà quindi ammirare Bianca Maria Visconti regale nel suo abito di rosso -il colore dell'Ariete- in sella a un cavallo bianco con gualdrappa d'oro, e la vedrà circondata dalla sua corte fatta di dame, cavalieri, giullari, armigeri, musici e sbandieratori. Insieme sfileranno per le vie del centro storico di Milano per regalare alla città della Madonnina un tuffo nella storia. Il corteo sosterà in Piazza Duomo dove, esattamente davanti alla cattedrale, Filippo Maria Visconti darà la sua benedizione ed il saluto alla figlia.

Ma non é finita: poche ore dopo, il corteo continuerà a Cremona pronto a compiere la seconda parte del suo viaggio, da Palazzo Cittanova alla Piazza del Comune. Una volta giunti sotto al Torrazzo, avverrà la celebrazione delle nozze in mezzo ad uno spettacolo di danzatori su trampoli, coreografie ispirate al violino -altro simbolo della città- e le molte bancarelle di dolciumi, tipiche della manifestazione natalizia più attesa, la Festa del Torrone "Torrone & Torroni".

Da non perdere ancora e per i più golosi, il simbolo di questa edizione 2010: lo spartito musicale lungo quasi sei metri allestito sul palco centrale e tutto realizzato con pezzi di torrone e cioccolato.

Milanoincontemporanea