Il dollaro debole pesa sui conti

Luxottica

Luxottica ha archiviato il primo trimestre con un calo dell’utile netto del 19,1% a 103,705 milioni di euro su ricavi pari a 1,398 miliardi, in progresso del 7,6% a cambi correnti. Il gruppo ha riportato un utile per azione in flessione del 19,6% a cambi correnti a 0,23 euro (meno 8,1% in dollari). «Il risultato consente di confermare le previsioni già annunciate a inizio anno» - ha detto l’ad Andrea Guerra. Sul trimestre hanno pesato la forte svalutazione del dollaro, il rallentamento del Nord America e le attività necessarie per ottenere le grandi sinergie nel nuovo percorso con Oakley, la società di occhiali acquisita nel novembre 2007.