Il dollaro rilancia l’oro

Gran balzo dell'oro, che con un progresso del 4% ha raggiunto 640 dollari l'oncia. A spingere il calo del biglietto verde e l'attesa per i dati del Pil Usa. Una forte frenata della crescita potrebbe schiacciare il dollaro e alimentare nuovi acquisti di oro. Bene il rame risalito oltre 7.600 dollari per tonnellata sulla scia dei disordini scoppiati nello Zambia. Inoltre, si attende la decisione dei lavoratori cileni del settore che potrebbero iniziare una raffica di scioperi. Petrolio in rialzo sulle tensioni in Medio Oriente e in Nigeria.