Il dollaro sostiene l'oro

Primi segnali di recupero per l'oro che ha riconquistato la soglia dei 620 dollari l'oncia. Il metallo giallo ha beneficiato dell'indebolimento del biglietto verde e delle ricoperture tecniche. Senza sosta il declino del rame con i prezzi a tre mesi scivolati sotto 6.400 dollari per tonnellata. Si tratta del livello minimo degli ultimi otto mesi. Sulle quotazioni pesa la frenata dell'economa americana. Prese di beneficio sul petrolio, il future del Wti è sceso nell'area di 62 dollari al barile.