Il dolore del Pm: «È il giorno più triste della mia vita»

Commosso, quando la cerimonia funebre è terminata, il pm Amedeo Sessa, della Procura di Nocera Inferiore (Salerno), l’ufficio giudiziario di riferimento del sottotenente Marco Pittoni, è salito sull’altare ed ha «salutato» per l’ultima volta, l’amico ufficiale. «Per me il giorno del tuo assassinio, è stato il più triste della mia vita. Adesso, però, mi sento meglio perché ho visto in faccia i tuoi assassini». Il magistrato si è interrotto un attimo, ha rivolto il suo sguardo verso la bara, avvolta nel tricolore poi ha ripreso a parlare. «Sono tre, un altro lo troveremo. Li abbiamo incastrati grazie al grande sforzo dei tuoi colleghi Marco. Mi impegno e te lo giuro, ma ora devi solo riposare in pace».