Doloso il primo incendio in città Un incidente la causa del secondo

Proseguono le indagini e gli accetamenti per scoprire le cause degli incendi che hanno colpito Parigi ad agosto. Ma con esiti diversi per i due episodi. Il primo dei due roghi che hanno colpito la capitale francese sarebbe di origine dolosa, mentre il secondo di origine accidentale. La procura della capitale ha infatti aperto una inchiesta (ipotizzando il reato di «distruzione volontaria attraverso un incendio») sul rogo del palazzo nel tredicesimo arrondissement, avvenuto il 26 agosto scorso, che ha provocato la morte di diciassette persone, quattordici dei quali erano bambini. Secondo una perizia di esperti consegnata ieri alla magistratura parigina, infatti, l’incendio sarebbe stato di origine criminale, anche se non sono state trovate tracce di idrocarburi. La probabile origine dolosa viene spiegata con la «rapidità di propagazione dell’incendio». La causa del secondo rogo nella capitale, che ha provocato il 29 agosto la morte di sette persone, quattro delle quali bambini, sarebbe stata invece accidentale, secondo gli investigatori. In questo caso le fiamme sarebbero state provocate da una installazione elettrica difettosa al primo piano dell’immobile nel quale si è scatenato l’incendio. Ad avvalorare questa ipotesi sarebbe una testimonianza di una coppia di abitanti dell’immobile. Vittime dei due incendi sono state in prevalenza immigrati di origine africana.