Domani via ai saldi: per evitare le truffe decaloghi e sportelli

Partono domani anche a Roma e in tutto il Lazio i saldi estivi, che dureranno fino a sei settimane e per un massimo di 6 settimane. E le associazioni dei commercianti e dei consumatori si mobilitano per garantire la regolarità delle svendite. Prima tra tutti la Confesercenti, che ha ieri diffuso un decalogo, il «Saldo Amico», per fare affari evitando le truffe. Ecco le regole d’oro della Confesercenti: 1) La vendita di fine stagione deve essere preceduta da comunicazione al Comune; 2) gli sconti promessi dai messaggi pubblicitari devono essere effettivi; 3) i prodotti devono indicare in modo chiaro il prezzo di vendita; 4) sul cartellino ci deve essere il prezzo originario, la percentuale di sconto e il prezzo finale; 5) il prezzo va indicato in euro; 6) l’esercente è libero di vendere i prodotti anche a prezzo inferiore a quello di acquisto; 7) il commerciante continuerà ad accettare i pagamenti con carta di credito e Pos secondo i termini delle relative convenzioni; 8) se la merce è difettosa il cliente ha diritto alla riparazione o alla sostituzione dell’articolo oppure a una riduzione ulteriore del prezzo; 9) fatta eccezione per i casi di mancata conformità del prodotto, di cui al numero 8, la merce non è «soggetta a cambio»; 10) il cosiddetto «diritto di recesso» o «di ripensamento» nulla a che vedere con gli acquisti conclusi all’interno di un esercizio commerciale, ma riguarda i contratti negoziati fuori dei locali commerciali. «Consigli per gli acquisti» dello stesso tenore arrivano anche da Federconsumatori.
Fa di più il Movimento per la difesa del cittadino, che da domani aprirà un apposito sportello per offrire consulenza e informazione ai consumatori, che potranno telefonare al numero 06 45471055 o inviare una mail a stafflegale@mdc.it.