Da domani entrano in vigore le misure antismog del Comune

I motorini a due tempi «euro 0» non potranno circolare nell’anello ferroviario

Domani entreranno in vigore le nuove disposizioni decise dalla giunta per migliorare la qualità dell’aria in città e contenere l’immissione delle polveri sottili nell’atmosfera. Le novità riguardano la limitazione della circolazione per tre categorie di veicoli: moto e motorini a due tempi euro 0, autoveicoli diesel euro 1, minicar diesel euro 1.
Moto e motorini. I modelli a due tempi euro 0, modelli omologati fino al 1999, non potranno circolare all’interno dell’anello ferroviario. Il divieto riguarderà i possessori dei veicoli che non risiedono nell’anello ferroviario, per chi vi risiede il divieto scatterà il 1° novembre 2007, in coincidenza con la scadenza della campagna regionale di incentivi. Le moto storiche iscritte ai registri ufficiali potranno comunque circolare.
Auto. Autoveicoli e minicar diesel euro 1 non potranno circolare all’interno della fascia verde solo quando almeno due centraline dell’Arpa supereranno i livelli delle polveri sottili (50 microgrammi/metrocubo) per tre giorni consecutivi.
In coincidenza dei picchi di inquinamento, pertanto, dalle 7.30 alle 20.30, all’interno della fascia verde della città, non potranno circolare, oltre alle auto non catalizzate (a benzina euro 0) e ai vecchi diesel (euro 0), anche i veicoli diesel euro 1, le minicar diesel euro 1, le moto e i motorini a due tempi euro 0 a due, tre e quattro ruote. Sul sito www.assessoratoambiente.it si trovano informazioni sul provvedimento di limitazione dei motorini euro 0 (incentivi alla rottamazione ed effetti sulla qualità dell’aria) e su targhe alterne e i blocchi programmati.