Domani maratona da record Mezza città a rischio-blocco

Il via alle 9 dal Colosseo Piano speciale dell’Atac: 9 linee sospese, 54 deviate

È domani il giorno dei 15mila. Tanti infatti partiranno alle ore 9 dai Fori Imperiali per la tredicesima edizione della maratona di Roma, ormai entrata per quantità e qualità dei partecipanti, oltreché per bellezza del percorso, nel Gotha delle corse europee. Al punto che i partecipanti arrivano da tutta Italia e da ben settanta Paesi del mondo. Un’invasione festosa (alla quale si sommano le decine di migliaia di podisti «moderati» che parteciperanno alla stracittadina di soli quattro chilometri) che metterà però a dura prova i nervi di chi si dovrà spostare per la città. Il percorso, infatti, che riproduciamo qui sopra, attraversa buona parte della città, dai più rappresentativi luoghi storici del centro fino alla Moschea a Nord, dal Vaticano a Porta San Paolo a Sud. Senza tener contro che il tempo massimo, quest’anno di sette ore e mezza, terrà in scacco parte della città fino al pomeriggio inoltrato. Il Comune e l’Atac hanno dovuto quindi studiare un piano «salvatrasporti» e uno per la pulizia delle strade. Saranno 14 le linee del bus sospese durante il passaggio dei corridori, altri 45 collegamenti saranno limitati rispetto al normale percorso e nove saranno deviati su strade alternative. Le prime deviazioni scatteranno già questa sera in seguito alla chiusura di via dei Fori Imperiali mentre la maggior parte delle deviazioni di percorso o sospensioni scatterà dalle 8 alle 16.30 di domani. Il piano-trasporti è impossibile da sintetizzare in questa sede, ma può essere consultato sul sito www.atac.roma.it.
Straordinari anche per l’Ama, che, garantisce il presidente Giovanni Hermanin, «dimostrerà esperienza e professionalità nello svolgere al meglio e in tempi rapidi il proprio lavoro, restituendo ai cittadini strade pulite appena terminata la competizione». L’azienda fa sapere che verranno posizionati appositi contenitori nei punti di rifornimento e spugnaggio dei maratoneti e installerà 200 bagni chimici lungo tutto il percorso. Lungo il tracciato saranno al lavoro 140 operatori ecologici con circa 50 mezzi e subito dopo l’inizio della gara lunga una squadra speciale di 40 persone interverrà nell’area di partenza per consentire l’avvio, alle 9.20 della Stracittadina. «La Maratona di Roma sarà una grande giornata di festa e di sport», garantisce il presidente della Provincia Enrico Gasbarra. Se per i romani i disagi saranno contenuti, la festa sarà ancora più riuscita.