Domani Milano off limits alle auto E da lunedì sarà «embargo» totale

Alla fine il colpo di scena non c’è stato. Le polveri sottili sono ancora oltre i limiti di tolleranza e domani scatterà il blocco totale del traffico. Con la possibilità, nemmeno tanto remota, che si andrà a piedi pure domenica 6 febbraio.
Domenica senza auto
Traffico fermo per dieci ore, dalle 8 alle 18. Potranno circolare solo le auto che hanno diritto alla deroga e i tifosi diretti a San Siro per la partita Inter-Palermo. La multa per i trasgressori è di 155 euro. Milano è l’unica città a fermare le auto assieme a Saronno. «Ciascuno risponde secondo coscienza all’emergenza smog - spiega il sindaco Letizia Moratti - e secondo le responsabilità che ricopre».
Musei e bici gratis
Domani ingresso gratuito nei musei. Gratis saranno anche le biciclette a noleggio di Bikemi. Per creare meno disagi ai cittadini, sono stati potenziati i mezzi Atm: ci saranno 300 corse in più delle metropolitane, pari a un incremento del 34% delle frequenze, e 110 mezzi aggiuntivi in superficie.
Da lunedì
Da lunedì scatta la fase due del piano anti smog approvato dal Comune. È la fase più strong, quella in cui ci saranno nuove limitazioni al traffico. In sostanza, dalle 7,30 alle 19,30 non potranno entrare in centro tutte le categorie di auto che già pagano Ecopass. Inizialmente si pensava a uno stop di 24 ore su 24 ma sarebbe stato troppo restrittivo. L’ordinanza salva aria scatta in concomitanza con il provvedimento che limita gli orari di carico e scarico merci in centro ai camioncini più inquinanti.
L’aria
La fase due del piano aria prende in via con il 18esimo giorno consecutivo di smog alle stelle. La scorsa settimana, nonostante i divieti di circolazione alle auto più inquinanti, il Pm10 non è sceso. Anzi, è arrivato a misurare più del doppio rispetto ai limiti fissati dall’Unione europea. Eppure, come ribadisce lo stesso vicesindaco Riccardo De Corato sfoderando i dati di Legambiente, la qualità dell’aria negli ultimi anni è migliorata: «Nella classifica delle città più inquinate, Milano passa dalla settima all’undicesima posizione».
Le caldaie
Oltre al blocco del traffico, il piano prevede anche temperature più basse negli appartamenti: nelle abitazioni il livello dei caloriferi sarà abbassato di un grado (passando da 20 a 19) e le caldaie resteranno accese per un’ora in meno rispetto al solito (da 14 ore a 13).
I nuovi biglietti
Arrivano i nuovi biglietti integrati e agevolati, stabiliti dalla Regione, ma senza aumenti. Si chiamano «Io Viaggiò in famiglia» e «Io Viaggio» ovunque in Lombardia. Il primo prevede agevolazioni per gli spostamenti occasionali, e per l’acquisto di abbonamenti: per gli spostamenti occasionali, un familiare con abbonamento può portare con sé gratuitamente uno o più ragazzi fino a 14 anni legati da vincolo di parentela. Per l’acquisto di abbonamenti è previsto uno sconto sul secondo figlio pari al 20% e dal terzo in poi la gratuità; il secondo, permette di fruire di tutta la rete di trasporto regionale ed è suddiviso in biglietti giornalieri (da 15 Euro), biglietti bigiornalieri (25 Euro), trigiornalieri (30 Euro), settimanali (40 Euro) e mensili (99 Euro).