Domani Rampl entra in consiglio

Il presidente di Unicredit, Dieter Rampl, sarà cooptato domani nel board di Mediobanca, al posto del dimissionario Carlo Salvatori, passato alla guida di Unipol. L’occasione sarà offerta dal cda di domani, che dovrà tra l’altro esaminare il bilancio 2005-2006 prima della presentazione, prevista nel pomeriggio, alla comunità finanziaria. Secondo gli analisti, l’esercizio dovrebbe aver fatto registrare un utile netto, superiore agli 800 milioni, a un livello tale da poter centrare con due anni di anticipo il target di 840 previsto dal piano industriale. I conti saranno poi portati all'assemblea del 28 ottobre, che ha all'ordine del giorno anche il rinnovo dei consiglieri in scadenza. Luigi Zunino, numero uno di Risanamento, è intanto tornato sopra il 2% del capitale di Mediobanca con acquisti sul mercato dopo che la sua quota si era diluita all'1,97%. L'immobiliarista, spiegano fonti a lui vicine, «era arrivato nel 2005 al 2,1% della banca, poi c'è stato un aumento di capitale e si è trovato all'1,97%. Dal momento che voleva mantenere la sua partecipazione ai livelli precedenti ha fatto piccoli acquisti, a livello personale, e si è riportato su quella soglia».