Domani targhe alterne Stop per quelle dispari

Domani tornano le targhe alterne e domenica il blocco totale del traffico privato. Domani è il quarto giorno a targhe alterne, il divieto riguarderà le auto con l’ultimo numero di targa dispari. Dalle 15 alle 21 non potranno accedere all’interno della fascia verde cittadina. Negli orari delle targhe alterne, il provvedimento di fermo nella fascia verde, vale anche per le auto non catalizzate e i vecchi diesel, indipendentemente dalla targa; mentre motociclette e motorini «euro 0» non potranno accedere nella Ztl del centro storico. Via libera invece ai veicoli alimentati a Gpl e metano, a trazione elettrica o ibrida, alle categorie «euro 4», ai veicoli dei portatori di handicap e ai taxi. Per quanto riguarda invece il blocco di domenica, si tratta della seconda tornata del provvedimento. Interesserà tutte le categorie di veicoli, quindi anche moto e motorini, tranne quelli alimentati a gpl, a metano, a trazione ibrida o elettrica, e i veicoli «euro 4». A proposito di targhe alterne va rilevato che il tanto sbandierato potenziamento del trasporto pubblico in coincidenza con il provvedimento rimane insufficiente. Secondo la denuncia del capogruppo della Lista Storace alla Pisana, Fabio Desideri: «la settimana scorsa solo 44 linee su 332 hanno avuto più mezzi». «L’Atac non ha detto che le vetture supplementari messe in servizio sono state 100 la settimana scorsa e 125 oggi: una goccia nel mare - dichiara Desideri - sembra che la Sita, che gestisce un terzo delle linee romane, non possa effettuare servizi aggiuntivi».