Domani tocca agli azzurriOrgoglio Buffon e De Rossi "Noi siamo l’Italia pulita"

I campioni del mondo guidano la ribellione al clima disfattista. Gigi ai tifosi: "Non fatevi depistare da chi semina zizzania"

Cracovia - Hanno alzato il ponte levatoio e si sono rinchiusi dentro l'albergo Turowka, pochi chilometri dal centro storico di Cracovia, in una landa deserta: un viottolo di campagna, un orto e un binario della ferrovia visibili nei pressi. Zero turisti, zero tifosi, zero curiosi, il contrario di quel che è accaduto agli inglesi, finiti in un hotel del centro storico, a due passi dalla piazza principale, col benestare di Hodgson. Dal bastione più alto del castello azzurro, di primo mattino, Gigi Buffon, il portierone campione del mondo e capitano riconosciuto della ciurma italiana, ha cominciato a lanciare sui presunti assedianti secchiate di olio bollente. Sono le parole di fuoco contenute nella bacheca di faceebook e che ha tutto il sapore di un vero e proprio appello rivolto alla patria lontana e ai tifosi scoraggiati dallo tsunami del calcio-scommesse. «Baratterei 2-3 anni di vita per ritornare là dove tutti noi sogniamo di arrivare» è il suo sdolcinato "incipit" dedicato alla voglia matta di ripetere la famosa cavalcata 2006, dalla notte di Berlino fino al Circo Massimo e al milione di tifosi ebbri di felicità che cantavano a squarciagola.

Ancora più affilato l'affondo successivo di Buffon spedito al largo pubblico di appassionati del club Italia, tiepido, addirittura algido per l'effetto dello scandalo: «C'è chi ci vuole dividere o creare fratture fra voi e noi, ragionate con la vostra testa, gente. Non fatevi depistare da chi di mestiere fa il semina-zizzania». Evidente il riferimento diretto ai media e agli scenari apocalittici descritti dai resoconti di interrogatori e inchieste parallele degli ultimi giorni.

Non è rimasto da solo Buffon, scoperto anche a recitare il ruolo di leader con i più giovani della spedizione: fitti i colloqui con Giaccherini. Gli ha dato una mano anche De Rossi, l'altro esponente "tedesco" della compagnia, finito suo malgrado al centro di un dibattito calcistico per l'utilizzo da centrale difensivo che non è di sicuro il suo mestiere conclamato. «Anch'io avevo una visione provinciale del calcio, pensavo che esistesse soltanto la Roma prima dell'esperienza azzurra. Certo che c'è bisogno dei tifosi, l'ho capito nell'europeo del 2008 a Zurigo contro la Francia: tutte quelle bandiere ci spinsero a superare il primo turno», è la sua testimonianza dell'epoca di Donadoni ct prima di toccare il nervo scoperto della Nazionale tutta. «Chi gioca qui non ha niente a che vedere con l'inchiesta» è la prima sottolineatura del romanista, poco disposto a discutere con Zeman del suo prossimo ruolo, determinatissimo invece ad assecondare i piani di Prandelli per irrobustire la trincea difensiva dinanzi alla Spagna («dopo l'amichevole con la Russia mi ha detto: Daniele, mettiti in mezzo, e io ho capito al volo»). E per chi non avesse colto il distinguo per niente sottile, ecco il passaggio successivo firmato da De Rossi, ancora più esplicito, ogni riferimento a Criscito e Bonucci è indispensabile: «Qui ci sono giocatori per bene, qualcuno è stato toccato dallo scandalo e sono straconvinto che dimostrerà la sua estraneità, sono dispiaciuto per i nostri colleghi coinvolti ma non voglio essere contestato per azioni non fatte da me così come mi inquieta che tutto il calcio italiano venga trascinato nel fango e invece non è sporco tutto come sembra».

È l'Italia per bene che ieri ha alzato la voce forse anche per nascondere le tensioni che cominciano ad affiorare a poche ore dal trasferimento nell'umida Danzica, sede della sfida con la Spagna, «mi diverte sempre guardare giocare il loro centrocampo» è il riconoscimento pubblico di De Rossi, vale più di cento aggettivi messi in fila a casaccio. «Xavi da quattro anni è il più forte della compagnia», l'altra tessera del puzzle composto da De Rossi che ha chiesto soccorso al terzo superstite di Berlino, Andrea Pirlo, descritto molto bene dallo stesso Piquè, ieri nel ritiro spagnolo («Balotelli può far vincere una partita, Pirlo un campionato»). «Pirlo fa una squadra, non solo qualche gol su punizione» è la risposta rifilata da De Rossi a un giornalista spagnolo. Nel momento del bisogno e forse anche della verità, più che discutere di difesa a 3 o a 4 («non voglio sentirmi un dio se gioco bene e dare la colpa al ct se vado male», l'onesta promessa del romanista), l'Italia superstite di Duisburg ha scelto di rivolgersi a un paio di protettori di sicuro affidamento. Forse ci vorrà un golletto di uno dei due mattacchioni davanti per completare l'opera.

Commenti

cicero08

Sab, 09/06/2012 - 09:17

Speriamoi non ritrovarci di fronte al solito "Chi si loda, si....". In questi giorni a tal proposito è tornato a bomba il caso Moratt/inter/Telecom/Intercettazio-Indagini Illegali con Tavaroli che, probabilmente, seppellisce per sempre la banda degli onesti. E sarebbe il caso che Petrucci, visto la pochezza dimostrata in merito da Abete e Palazzi, invece di blandire Agnelli con belle parole, cominci a dare direttive precise su come mandare a giudizio chi si è reso colpevole di ripetute violazioni regolamentari cosa che comporterebbe più di qualcosa sul famoso scudetto di cartone.

Ritratto di fluciano

fluciano

Sab, 09/06/2012 - 11:04

Buffon pulito? Si, certo, quando era piccolino, adesso che è caduto nella m...a di pulito ne ha poco. Spieghi meglio su chi, come, dove, ha scommesso quel milione e mezzo di euro. Lo faccia lui prima che c'è lo dica la magistratura-

lot

Sab, 09/06/2012 - 11:20

Una nazionale composta da uno che NON è italiano, come Balotelli, NON RAPPRESENTA GLI ITALIANI.

Ritratto di avvocato strumillo

avvocato strumillo

Sab, 09/06/2012 - 11:30

buffon chi, il portiere di calcio che gioca milionate sulle scommesse di calcio? avevamo proprio bisogno di una sua rassicurazione in merito all'Italia pulita.

Musicka

Sab, 09/06/2012 - 11:31

Da juventino doc, da oltre 60 anni tifo juve, dico che il buffone deve essere radiato. Nessuno mi togliera' il dubbio che con il Lecce sia stata una papera volontaria. N0n si scommette 1.500.000 di euro se non si e' sicuri di vincere. Ora per sapere i risultati chiedetegli contro chi ha scommesso. Hanno tolto la dignita' a chi vive all'estero ormai e' un. italia che fa schifo dove tutti rubano e nessuno viene punito. Mi vergogno profondamente di essere italiano e presto prendero. il passaporto inglese

tacitus

Sab, 09/06/2012 - 11:38

"Noi siamo l'Italia pulita!"Se così fosse, Dio ci liberi da quella sporca...

gbsirio_1962

Sab, 09/06/2012 - 11:57

l'italia pulita sta da tutt'altra parte caro Buffon... sono i lavoratori onesti che tirano a campare a fine mese e non i giocatori stra-milionari truffatori e biscazzieri come voi

MMARTILA

Sab, 09/06/2012 - 12:05

No no, non mi lascio depistare da nessuno, nemmeno da lui però...perché risulta chiaro che ha "seminato" assegni corposi al tabaccaio. Aspetto di sapere il perché. Son daccordo che son fatti suoi, ma se ha scommesso è un bugiardo e come tale andrà trattato.

cicero08

Sab, 09/06/2012 - 13:00

per: 2MMARTILA - Allora sei d'accordo sul trattamento da riservare ai bugiardi!!! E Tavaroli ha dato la palma del miglior Pinocchio degli ultimi 20 anni a Massimo Moratti (anche Moggi lo rincorre a pi di qualche lunghezza di distanza). E pensa a quando si degneranno di farci sapere tutta la verità sulla quotazione in Borsa du SARAS...

Ritratto di ennio.santoro

ennio.santoro

Sab, 09/06/2012 - 13:10

Spero che perdano tutte le partite e che li mandino a casa ....non mi sento rappresentatoda uno che gioca e scommette unmilione e cinquecentomila euro in una tabaccheria !!!!!! un padre di famiglia avrebbe bisogno di sette otto vite intere di lavoro per guadagnarli e mantenerci moglie e figli ...e questo se li gioca in un anno e fa pure l'offeso...Vergognati Buffon ...pure capitano della nazionale....andresti radiato come calciatore e portato a pessimo esempio di sportivo e di padre......buffon ??? no buffone ...io da italiano ho il Trap che mi rappresenta...onesto e leale

Ritratto di Mizio66

Mizio66

Sab, 09/06/2012 - 15:51

cicero, è passata la velina? oltretutto sei ripetitivo. fattene una ragione, il binomio juve-ladri non lo cancellerte mai. Una nota per buffon e il 'siamo puliti': ah ah ah ! battuta del 2012!

ntn59

Sab, 09/06/2012 - 15:55

L'Italia pilita non punta un milione e mezzo di euro per una partita di calcio, come fa Buffon. Andassero a zappare, non mi rappresentano.

federossa

Sab, 09/06/2012 - 16:35

Le SPARATE di BUFFON, sono proprie *******! E' meglio che pari e stia zitto! Avrà scommesso 2milionidieuro per la partita di domani. Su chi??? lo vedrete!

Rico74

Sab, 09/06/2012 - 16:46

@A tutti i perbenisti della domenica che hanno criticato prima di me. MA TIFATE SPAGNA E NON ROMPETE. Anzi poveri spagnoli, tifate Grecia va visto che e´li che gente come voi ci sta mandando!!!!

cicero08

Sab, 09/06/2012 - 17:27

mizio66 - ah ora tua sorella fa la ...velina... Lascia stare: la verità viene sempre a galla e, come nell'affaire Telecom scoperchiato da Tavaroli, ruschia di far molto male...anche alle casse o tasche che dir si voglia

Boxster65

Sab, 09/06/2012 - 17:56

Certo che detto da Buffon, che loro sono la parte "sana" dell'Italia, c'é da "scommetterci" che è una battuta!!

alfredom

Sab, 09/06/2012 - 18:39

mi piace il calcio11 anche se ci sono giocatori che non meritano di giocare. per i pochi meritevoli spero che almeno ci sia un pareggio. ALFREDO

Porrzuz1492

Sab, 09/06/2012 - 20:19

Forse sarebbe bene parlare meno