Domani tutti a piedi tra le polemiche

Stop al traffico, domani tutti a piedi dalle 8 alle 20 per colpa delle polveri sottili, secondo l’Arpa ancora troppo alte. Ma il blocco ha comunque fatto scoppiare polemiche: per Codacons e commercianti non serve a niente e andrebbe revocato. Così la pensa anche Assoedilizia, d’accordo con Albertini nel ritenere che il road pricing sia uno strumento davvero efficace. Anche i milanesi, i semplici cittadini, sulla questione hanno avuto l’occasione di dire la loro, attraverso un sondaggio di Confartigianato (che tra l’altro propone la rottamazione di caldaie e veicoli vecchi): nove intervistati su dieci ritiene che andrebbe aumentato il numero e la frequenza dei mezzi pubblici. Ma per ora la «partita» contro il Pm10 si può giocare solo con le giornate ecologiche e basta, come quella di domani: potranno circolare solo mezzi di soccorso, forze dell’ordine, taxi e privati con permesso. L’Atm ha previsto di potenziare le linee e abbonamenti per la famiglia. Il blocco (si replica il 29) riguarda anche Como, Sempione, Bergamo e Brescia. Per il resto, bisogna affidarsi al cielo, che si annuncia avaro di aiuti: nei prossimi giorni, infatti, poco vento e niente pioggia.