Domani il voto alla Camera sulle missioni

Il voto finale al decreto di rifinanziamento delle missioni italiane all'estero si terrà domani pomeriggio. Lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo di Montecitorio. La mattina, invece, l'Aula si esprimerà sulle mozioni della Casa delle libertà e dell’Unione sull'Afghanistan. Il test decisivo per il governo si svolgerà però la settimana prossima al Senato quando si verificherà se i dissidenti manterranno la propria posizione critica e se, in questo caso, faranno mancare la maggioranza politica, a prescindere dal voto del centrodestra. Tra i punti più controversi del rifinanziamento delle missioni militare all’estero c'è Enduring freedom, la missione contro il terrorismo internazionale voluta dagli Stati Uniti all'indomani dell'11 settembre 2001. Il finanziamento a Enduring freedom - a guida Usa - e alla missione ad essa collegata Active endeavour - attiva nel Mediterraneo in ambito Nato - è passato dai 13 milioni 437.521 euro dello scorso semestre a 25 milioni 569.180 euro previsti da giugno a dicembre: un aumento di circa 12 milioni di euro.