Una domenica da ’68: 700 agenti in piazza per evitare gli scontri

Circa 700 agenti saranno chiamati oggi a vigilare sulla città impegnata in convegni, manifestazioni e presidi di estrema destra, sinistra ed estrema sinistra. Forza Nuova infatti ha organizzato alle 15 all’hotel Cavalieri di piazza Missori il dibattito «La nostra Europa: popoli e tradizione contro banche e poteri forti» che richiamerà almeno 500 simpatizzanti da Francia, Inghilterra e Cipro. Suscitando le ire di vecchi partigiani e giovani comunisti che hanno organizzato un presidio «antifascista» in piazza Scala, a cui parteciperanno anche 1.000/2.000 seguaci dei centri sociali che sicuramente tenteranno di rovinare la festa a Fn come in via Valtellina nel 2000 e in corso Buenos Aires del 2006, con scontri, devastazioni e incidenti. Fn ha replicato annunciando ulteriori presidi: alle 11 in piazza Sant’Ambrogio con messa a seguire (salvo poi annularlo in tarda serata, ma non si esclude che vi possano partecipare alcuni militanti), alle 18.30 in piazza Cordusio per protestare contro la finanza. Entrambe le autorizzazioni sono state negate dal questore. Insomma oggi si preannunciano dieci ore di alta tensione.