Una domenica «rinascimentale»

Situata a 43 km dalla capitale, adagiata su un lungo sprone collinare, la cittadina di Montelibretti ripropone in questa settimana la ventiduesima edizione della Festa della primavera. Il clou della manifestazione proprio domani, quando Montelibretti sarà «addobbata in stile rinascimentale in tutto il suo territorio. Verrà ricostruita per oltre 8 km la paesaggistica di una giornata tipo dell’epoca che va dal 1492 al 1527, attraverso opere architettoniche quali fontane, entrate, mercatini e oltre trecento figuranti che riproporranno scene di vita quotidiana, con scudi, bandiere e fiori della propria contrada. Le quattro contrade (Chiesa nuova, San Rocco, Castello e Vignacce) si sfideranno in divertenti e folcloristici giochi popolari, e verrà infine decretato il vincitore da alcuni architetti dell’albo di Roma e provincia che cammineranno in incognito attraverso queste strutture magistralmente ricostruite e addobbate. Renderanno tutto più suggestivo gli sbandieratori di Piansano, da quattro anni campioni d’Italia. Nel pomeriggio si svolgerà anche il ventiduesimo Palio degli anelli, accesa sfida a cavallo su di un percorso a otto tra i cavalieri delle quattro contrade. In serata le premiazioni e uno spettacolo di cabaret.