Una domenica a rischio aspettando il DERBY

La tempesta dopo la quiete. Archiviata la sosta del campionato, si pensa già al prossimo fine settimana, che in serie A propone per le squadre romane due scontri ad alta tensione: Roma-Napoli e Livorno-Lazio. Che non accada nulla è doppiamente importante, visto che la settimana dopo c’è il derby e nessuno vuole che sia a porte chiuse. Di Roma-Napoli molto si è scritto nei giorni scorsi: anche perché l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive del Viminale ha deciso di chiudere il settore dell’Olimpico destinato ai tifosi partenopei e di autorizzare la vendita dei biglietti nella sola provincia di Roma. Ma anche quella tra i biancocelesti e i labronici è una sfida tra «carissimi nemici», soprattutto per ragioni politiche: i laziali di estrema destra, i toscani di estrema sinistra. Si spera solo che l’assenza di quelli che negli ultimi anni sono stati i simboli delle squadre e delle ideologie (Di Canio e Lucarelli) smorzi gli animi. Nei pezzi a fianco raccontiamo come sono nate le due rivalità.