Domenica si gioca: porte chiuse in cinque stadi e niente notturne

Roma - In base alle decisioni assunte dal Viminale dopo la riunione tecnica dell'Osservatorio per le manifestazione sportive, domenica prossima in serie A potranno giocarsi, con il pubblico sugli spalti, le seguenti gare: Roma-Parma, Sampdoria-Ascoli, Cagliari-Siena; Torino-Reggina, Palermo-Empoli. Dovrebbero giocarsi, invece, a porte chiuse - salvo interventi risolutivi dell'ultim'ora - le seguenti gare: Atalanta-Lazio, Chievo-Inter, Fiorentina-Udinese, Milan-Livorno, Messina-Catania. Tutte le gare dovranno avere inizio alle ore 15, essendo per ora proibiti i posticipi serali.

Agibilità degli stadi Sono quelli di Roma, Genova, Siena, Cagliari, Torino e Palermo gli stadi di cui è stata verificata la completa agibilità. È stata invece accertata l'attuale inadeguatezza dei seguenti impianti: Ascoli Piceno, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Catania, Cesena, Empoli, Firenze, Lecce, Livorno, Mantova, Messina, Milano, Modena, Napoli, Parma, Perugia, Pescara, Piacenza, Reggio Calabria, Salerno, Trieste, Udine e Verona.

Manganelli La riunione dell'Osservatorio permanente sulle manifestazione sportive è terminata poco prima delle 12,30. "Ho registrato grande sintonia tra tutti coloro che si sono seduti al tavolo in rappresentanza del mondo della sicurezza, dello sport e del calcio in particolare - ha detto il prefetto Antonio Manganelli -. C'è da parte di tutti piena consapevolezza dell'obiettivo comune". Ora i club si incontreranno in una riunione a Fiumicino.