Dompè contro Taverniti a un passo dallo storico «ribaltone»

C'è grande attesa nel Comune di San Donato Milanese. Il candidato sindaco del Polo delle Libertà, Mario Antonio Dompè, forte del suo 44,7 per cento, dovrà scontrarsi al ballottaggio con il sindaco uscente Achille Taverniti, appoggiato dal centrosinistra, che ha raccolto il 40,4 per cento. Già da oggi è scattata la corsa all'ultimo voto e si stanno valutando i possibili apparentamenti. Dompè potrebbe ricevere l'appoggio dalla Lega Nord, assestatasi attorno al 4,4% e della lista di Montinaro con il suo 0,4%, ma da sole potrebbero non essere sufficienti a far vincere Dompè, considerando il fatto che Mistretta di Rifondazione comunista, dovrebbe decidere di appoggiare Taverniti, fornendogli il 4 per cento delle preferenze.
L'ago della bilancia lo farà la lista «L'altra San Donato» che con il suo 5,5% chiuderebbe i giochi. Il suo candidato Forenza, però, non ha ancora sciolto le riserve: «Appoggeremo chi condividerà il nostro programma oppure daremo indicazione di non voto e, nel caso, ci ritroveremo in opposizione a portare avanti le nostre battaglie».