Con don Antonio e con Tonino

Il suo cuore è spezzato: da un lato le origini, i primi passi nella Dc dei notabili campani; dall’altro l’attualità, il suo ruolo in Italia dei valori. Insomma, con Antonio Di Pietro e con Antonio Gava. Possibile? Sì, parola del responsabile Enti locali del movimento dell’ex pm di Mani pulite, Aniello «Nello» Di Nardo, che da un lato sta con Di Pietro, che a Gava non ha risparmiato anatemi neanche post mortem, e dall’altro rende omaggio al notabile Dc con cui, a Castellammare di Stabia, ha mosso i primi passi in politica. «L’ho sempre rispettato – ha detto Di Nardo partecipando ai funerali di Gava a Castellammare – come politico e come uomo. Sono sempre stato democristiano, l’ho sempre detto e non l’ho mai rinnegato».