Il don confessa: «Erano i biscotti dei poveri»

«È vero. Si trattava di aiuti della Fondazione del Banco Alimentare». Derrate alimentari donate per beneficenza. Domenico Chionetti, uno dei responsabili della Comunità di San Benedetto al Porto, gestita da don Gallo, ammette quello che ha denunciato sabato scorso il Giornale nel corso della manifestazione no global. In via Buozzi, davanti alla sede della Comunità, alcuni suoi «attivisti», indossando la maglietta rossa della Comunità, durante il corteo del Decennale per il G8, hanno regalato i sacchetti, marchiati UE, con i «biscottini per l'infanzia che si prestano ad essere sciolti pure nel biberon, secondo i consigli del pediatra». Quella merenda dei «no global», quasi un'abbuffata gratis a spese dei poveri e di chi offre il suo aiuto economico per i poveri durante le iniziative del Banco Alimentare, ha suscitato critiche (...)