Don Seppia dal carcere: "Mi sento minacciato" Oggi sarà trasferito dal penitenziario di Marassi

Dopo una settimana di isolamento don Riccardo Seppia, il sacerdote arerstato con le accuse di pedofilia, ha chiesto il trasferimento dal carcere di Marassi: accordato dalla direzione carceraria. Nel pomeriggio si conoscerà la destinazione

Genova - Sarà presto trasferito in un altro carcere don Riccardo Seppia, il parroco genovese arrestato per pedofilia una settimana fa. Il sacerdote, confermano fonti interne al carcere di Marassi dove è rinchiuso da venerdì scorso, si sente minacciato dagli altri detenuti e, nonostante sia in isolamento e guardato a vista, ha paura per la propria incolumità. Ha fatto domanda di trasferimento. L’amministrazione carceraria l’ha accolta e oggi pomeriggio sarà nota la destinazione, certamente fuori Genova.