Donadoni lascia la porta aperta a Cassano

Eppure i presupposti questa volta c'erano proprio tutti: una Lazio in crisi, Cassano tornato Cassano e una Sampdoria che girava a mille. E invece anche all'Olimpico è rispuntato il solito mal di trasferta, tanto che i blucerchiati si trovano, come media punti lontano da Marassi, in ultima posizione insieme all'Empoli, con otto sconfitte, due pareggi e un'unica vittoria contro il Cagliari. Oltre a questo nel diluvio di Roma è anche piovuto sul bagnato, visto che Sergio Volpi è stato costretto ad uscire a causa di un risentimento all'inguine. Oggi verranno effettuati nuovi accertamenti ma con ogni probabilità si tratta di uno stiramento che terrà fuori il capitano per almeno tre settimane. Walter Mazzarri sarà così costretto a sperare in un pieno recupero di Sammarco già per la gara contro il Napoli, visto che il centrocampista è ancora alle prese con una distorsione alla caviglia.
E a proposito della sfida di domenica il settore ospiti dello stadio Ferraris resterà chiuso: i tifosi del Napoli quindi non potranno recarsi a Marassi. La società comunica che la vendita dei tagliandi sarà riservata solo ed esclusivamente ad un numero limitato di ricevitorie (oltre al Sampdoria Point e Federclubs) nella sola provincia di Genova con conseguente divieto di diffusione e vendita di biglietti attraverso circuiti telematici al di fuori della stessa provincia. Sarà inoltre possibile acquistare un solo tagliando per ciascun acquirente con il divieto di cessione degli stessi ad altri utilizzatori (non sarà possibile acquistare tagliandi il giorno stesso della gara).
Altra doccia fredda, poi, nella domenica nera della Sampdoria, la mancata convocazione in Nazionale di Antonio Cassano: «Sarà per la prossima volta», ha commentato Walter Mazzarri, ieri a Firenze per la «Panchina d'oro» assegnata al tecnico Prandelli. «Ho la presunzione di dire che Cassano è il giocatore che conosco meglio - ha spiegato ieri il Ct azzurro Roberto Donadoni, commentando la sua scelta di non chiamare l’attaccante della Samp -: lui ha bisogno di stimoli e questi stimoli non sono solo le convocazioni. Deve cercare di limare il più possibile i lati del suo carattere, ma soprattutto deve dare continuità alle sue prestazioni. Domenica ad esempio è stato un po’ troppo esuberante». Ma alla domanda se per il talento di Bari vecchia è possibile una eventuale convocazione per l’Europeo all’ultimo momento, senza aver preso parte in nessuna delle due amichevoli che rimangono da qui a giugno, «Può starci benissimo - ha detto il ct Ct - e non solo per lui». Comunque sia, con o senza Fantantonio azzurro, ora i blucerchiati avranno l'obbligo di tornare a vincere al Ferraris.
Intanto anche in casa blucerchiata una buona notizia c'è: la baby Sampdoria di Fulvio Pea ieri ha battuto 8-1 il Benevento grazie ai cinque gol di Scappini (record eguagliato di reti in una sola partita del Torneo di Viareggio), alla doppietta di Marilungo e alla rete di Arnulfo. I risultati delle altre partite promuovono la Sampdoria come miglior seconda, Pea e ragazzi festeggiano così un passaggio del turno che si era reso difficilissimo dopo l'esordio col Guarani. Grande prova d'orgoglio della Primavera doriana che va così agli ottavi di finale.