Donadoni: "Van Basten è una garanzia" Ovrebo ammette: "Su Toni ho sbagliato"

"E' una persona onesta e competente", ha detto Donadoni a proposito del rischio che gli olandesi giochino con le riserve contro la Romania. E per la sfida con la Francia torna in campo Cassano. Il ct francese Domenech: "Resta un chance di qualificarci, dobbiamo giocarla senza fare calcoli"

Oberwaltersdorf - "Cosa farà l’Olanda? Io penso solo a correttezza e onestà. Il resto sono i soliti discorsi, non servono a niente"”. La pensa così, Donadoni all’indomani del pareggio con la Romania e lo ha detto durante una conferenza stampa a "Casa Azzurri". "Ho parlato con Van Basten, neanche per lui esistono riserve", ha detto il ct a proposito del rischio che gli olandesi giochino con le riserve, lasciando intendere di una chiacchierata col suo vecchio amico. "No, no... l’ho sentito sei mesi fa", ha poi precisato Donadoni, alla domanda se la telefonata col tecnico dell’Olanda fosse avvenuta dopo i risultati di ieri. "E’ una persona corretta, onesta e competente - ha aggiunto il ct -, lo conosco meglio di chiunque altro qui dentro, lui ha queste tre doti e questo per me è già una garanzia".

Cassano Donadoni per l’ultima e decisiva sfida con la Francia sta valutando l’ingresso in campo dal primo minuto di Antonio Cassano. "Un’ipotesi del genere ci può stare benissimo - ha detto all’indomani del pari con la Romania il commissario tecnico dell’Italia - lui finora ha giocato due spezzoni di partita, ricordo che quando io l’ho convocato ha fatto notizia".

Riserve "È una preoccupazione naturale e comprensibile" quella che l’Italia avverte in vista della possibilità che l’Olanda si presenti martedì prossimo contro la Romania con una formazione meno competitiva di quella vista finora. Lo ammette il presidente della Figc Giancarlo Abete. "Si tratta di un interesse di tutto il calcio europeo dare credibilità al torneo - ha detto Abete in una intervista ai microfoni del Tg1 nell’ambito dell’esclusiva tra Figc e Rai -. Senza dubbio siamo fiduciosi che la terza giornata del nostro girone, sia sul versante della partita con la Francia, sia della partita dell’ Olanda con la Romania confermi la credibilità del calcio europeo a livello dell’organizzazione dei campionati europei”.

Francia Cresce la preoccupazione fra le fila dei francesi. Martedì a Zurigo la Francia si giocherà contro l’Italia l’ultima possibilità di qualificazione ai quarti di finale degli Europei. Per il ct Raymond Domenech non ci sono calcoli da fare: "Si potrebbe adottare una strategia per il futuro abbandonando l’idea della qualificazione e dare più spazio ad altri giocatori. Ma resta ancora una infima chance di qualificarsi che dobbiamo giocarci fino in fondo senza fare calcoli". Il ct sta studiando la formazione anti-Italia: "Non so cosa succederà contro l’Italia, ma in questa competizione l’esperienza e la maturità hanno importanza capitale. È un match straordinario, eccezionale. Tutto vorrebbero giocare questa partita".

L'arbitro Ovrebo: su Toni ho sbagliato... "C'é poco da discutere, sul gol annullato a Toni ieri sera ho sbagliato: l'ho anche detto alla commissione arbitri Uefa". La confidenza fatta oggi dal norvegese Henning Ovrebo al raduno dei direttori di gara di Euro 2008 interrompe bruscamente la sequela di interpretazioni sull'episodio chiave di Italia-Romania giocata ieri a Zurigo. E soprattutto riporta, dopo le dichiarazioni fatte in mattinata da fonti Uefa che hanno chiesto l'anonimato, l'episodio alla sua giusta dimensione: un evidente errore.