«Donato Bilancia non avrà sconti»

L'indulto «non incide per nulla sul caso di Donato Bilancia, il serial killer che ha confessato di aver ucciso 17 persone. A precisarlo è il ministero della Giustizia. «Il detenuto Bilancia - si legge in una nota - sconta attualmente la pena di 13 ergastoli e potrebbe, solo in linea teorica, usufruire di un permesso premio dopo avere scontato dieci anni di reclusione. Ma, ad oggi, ne ha scontati soltanto otto. L'indulto determina un condono nella espiazione della pena complessiva ed il periodo condonato non può interpretarsi come periodo espiato».
Il ministero precisa anche che «una interpretazione che faccia ritenere come espiato ai fini del permesso premio il periodo ricompreso nell'indulto appare da escludere, anche alla luce della ratio della legge che ha chiaramente voluto impedire l'uscita dal carcere degli ergastolani prima di dieci anni».