Donazione organi: «Sulla patente il sì al prelievo»

da Roma

Mettere sulla patente di guida una dichiarazione di volontà per la donazione degli organi in caso di morte.
È la proposta che fa il senatore Ignazio Marino per sostenere e incentivare la cultura dei trapianti. «Questa semplice dichiarazione - ha detto il presidente della commissione sanità del Senato nel corso della trasmissione di Raitre «Cominciamo bene» - renderebbe più facile la donazione di organi. L'assenso potrebbe essere rinnovato in occasione del rinnovo della patente». In Italia, secondo il direttore del centro nazionale trapianti Alessandro Nanni Costa, «il 72% delle persone è favorevole alla donazione o non si oppone al prelievo, ma occorre fare molto di più».
Un tema, quello della donazione degli organi, che presenta delicati problemi di ordine etico. Non a caso sulla questione ha fatto sentire più volte la sua voce la Chiesa da cui sono arrivati opportuni appelli alla cautela.