Doni spettacolo Maldini si salva

ATALANTA
7 CALDERONI. Non sbaglia niente, sicuro e deciso.
6,5 BELLINI. Lotta come pochi altri.
6,5 RIVALTA. Dalle sue parti non si passa.
6 TALAMONTI. Fa il suo con umiltà e impegno.
6,5 ARIATTI. Una bella rivelazione, concentrato e attento.
6,5 FERREIRA PINTO. Moto perpetuo.
7 MIGLIACCIO. Fa il mastino su Kakà annullandolo e si prende il lusso di fare anche l’assist per Ventola.
SV BERNARDINI. Si fa male subito. Dal 14’ pt TISSONE 6,5. Si comporta come un veterano.
7 DONATI. Insuperabile in mezzo al campo. È del Milan e al Milan farebbe ancora comodo.
8 DONI. Un ragazzino, il bel giocatore di qualche anno fa, tanto cervello, fantasia, ma anche tanta corsa. Dal 36’ st BOMBARDINI 6.
8 VENTOLA. La standing ovation che l’accompagna all’uscita è la degna conclusione di una partita ai limiti della perfezione. Dal 29’ st SONCIN 7. Entra, sfiora un gol e ne fa un altro. Cosa chiedergli di più?
7,5 Allenatore COLANTUONO. Esagitato in panchina, non sbaglia una mossa.
MILAN
5 DIDA. Troppo insicuro, spesso indeciso.
5,5 BONERA. Sempre sulla fascia, pochi lo servono, c’era un rigore su di lui. Dal 25’ st CAFU 5,5. Non si fa vedere.
5 SIMIC. Dalle sue parti si aprono voragini.
6,5 MALDINI. Regge finchè ce la fa. Ma dietro è solo.
5,5 JANKULOVSKI. Un fantasma, non riesce mai a proporsi.
6 GATTUSO. Corre, corre, corre. Poi gli salta un ginocchio.
5,5 PIRLO. Regista impalpabile, qualche bel lancio, tante punizioni sbagliate.
5 GOURCUFF. Vuole imitare Kakà, ma deve ancora correre. Dal 13’ st SEEDORF 5,5. Entra tardi, il genio è rimasto negli spogliatoi.
5 KAKÁ. Le bollicine dell’Anderlecht devono avergli dato alla testa.
5 INZAGHI. Inesistente, pensa solo a protestare. Dal 25’ st OLIVEIRA sv . Un fantasma.
5,5 GILARDINO. Ci prova, tanta buona volontà e nulla più.
5 Allenatore ANCELOTTI. Non riesce a dare la carica ai suoi.
4 Arbitro PIERI. Esibizionista, chiacchierone, scenografico, s’inventa un rigore e poi se lo rimangia. Inguardabile.