Doni super Taddei pure Chivu dorme

Marcello Di Dio

da Roma

DONI 7. Un’altra serata da incorniciare per il portiere giallorosso, ad esempio per una parata in due tempi su punizione di Recoba e poi i grandi riflessi avuti sulla conclusione dal limite di Cambiasso. Non può nulla sul gol del pareggio.
PANUCCI 6. Presidia bene la sua zona, soffre di più con Stankovic che con Kily Gonzalez. Nel finale ha anche un’occasione di testa per far raddoppiare la Roma.
MEXES 6. Puntuale negli interventi, si perde Cruz solo una volta. Troppo avanzato sul gol dell'Inter che interrompe la serie positva.
CHIVU 6. Solido in retroguardia, su Cruz è molto ruvido, argina bene Recoba. Dorme nella circostanza del pari interista.
CUFRÉ 6. Non sta bene e si vede, ma fa il suo dovere cercando di contrastare le discese di Figo.
DE ROSSI 6,5. Grande quantità e sostanza, disturba non poco i portatori di palla dell’Inter.
DACOURT 6. A centrocampo recupera un’infinità di palloni, anche se non è brillantissimo come in altre occasioni.
TADDEI 7. Secondo gol in sette giorni, quasi decisivo. L’intesa con il connazionale Mancini si rivela una delle armi importanti di questa Roma.
Dal 47’ st ALVAREZ sv.
PERROTTA 6,5. Gioca in condizioni menomate ma è sempre nella posizione giusta. Si conferma un elemento prezioso tatticamente nello scacchiere di Spalletti.
Dal 47’ st TOMMASI sv.
ROSI 6. Al suo esordio casalingo da titolare in campionato non si fa cogliere dall’emozione. Qualche interessante iniziativa a sinistra.
Dal 29’ st KHARJA sv.
MANCINI 7. Nell’insolito ruolo di punta centrale, diventa ancora uomo assist. Si mangia clamorosamente un gol solo davanti a Toldo. Poteva essere il raddoppio che dava sicurezza.
All. SPALLETTI 6,5. Con una Roma rattoppata e senza punte vere, può anche rammaricarsi per una vittoria sfumata all’ultimo istante.
ARBITRO PIERI 6. Usa poco i cartellini, ma in generale non commette errori gravi.