Donna in coma partorisce bimba viva

Genova, una quarantenne colpita da emorragia cerebrale ha dato alla luce la bambina che portava in grembo, al settimo mese

Genova - Una donna di 40 anni colpita da un’emorragia cerebrale giudicata gravissima dal pool di medici che l’ha presa in cura, in stato di coma, ha messo al mondo ieri mattina la bimba che portava in grembo a sette mesi di gestazione. È accaduto all’ospedale Galliera di Genova, dove la donna era stata trasportata d’urgenza in mattinata dopo avere perso improvvisamente i sensi. Mentre la quarantenne veniva trasferita nel nosocomio dalla sua abitazione di Masone (comune di 4500 abitanti nell’entroterra di Genova), al pronto soccorso si costituiva un pool di medici, neurologi, ginecologi e ostetrici, per intervenire immediatamente.

Dopo gli esami, con il parere favorevole del compagno e padre della bambina, si è deciso di sottoporre la donna a duplice e contemporaneo intervento chirurgico. Mentre la piccola veniva fatta nascere con taglio cesareo, la donna era operata al cervello per la riduzione del versamento cerebrale. La bimba, prematura e sottopeso, è stata affidata alle cure del reparto "neonati a rischio" dell’ospedale infantile Gaslini di Genova Quarto, mentre la madre è ricoverata in condizioni disperate nel reparto di rianimazione dell’ospedale Galliera.