Donna di cuori, le sculture di Scaini

«La donna di cuori» è il titolo della mostra di sculture al femminile di Giorgio Scaini fino al 10 novembre al museo fondazione Luciana Matalon in foro Bonaparte 67 (info: 02-878781, aperto dal martedì al sabato orario 10-13 e 14-19). La maggioranza dei pezzi esposti, in terracotta, raffigura donne. Spiccano i volti perfetti, i gesti eleganti delle mani, oggetti e animali che accompagnano le dame protagoniste che sfilano nell’allestimento di Francesca Pensa. L’attenzione è ora sulle mani delle donne, ora sullo sguardo denso di emozioni.
Scaini, diplomato a Brera nel 1963, ha come maestri Francesco Messina ed Enrico Manfrini. È stato docente di Plastica ed educazione alla Visione, dal 1965 al 1976, all’Istituto statale d’Arte di Cantù; di Disegno e Copia dal vero alla scuola d’Arte del Castello di Milano, di plastica alla sezione Orafi dell’Umanitaria di Milano e docente di Figura disegnata al liceo artistico di Brera, il luogo da lui prediletto: ci vive e svolge la sua attività, di scultore e di insegnante.