Donna inciampa in chiesa Risarcita con 15mila euro

Alla fine della cerimonia nuziale si era diretta verso l’uscita per salutare gli sposi, ma è scivolata sul tappeto sistemato prima della messa procurandosi la frattura del bacino. L'episodio è avvenuto nel 2001. Oggi la donna, 82enne, ha ottenuto un indennizzo

Palermo - Alla fine della cerimonia nuziale si è diretta verso l’uscita per salutare gli sposi, ma ha inciampato sul tappeto sistemato prima della messa procurandosi la frattura del bacino. Per quell’incidente, avvenuto nel 2001, il giudice della terza sezione del Tribunale di Palermo ha condannato la Chiesa "Casa Professa" (nella foto), nel quartiere Ballarò, a versare alla donna, che oggi ha 82 anni, circa 15 mila euro come risarcimento. Ai giudici l’anziana donna, difesa dall’avvocato Giuseppe Incardona, ha raccontato di essere inciampata sulla fascia d’ottone che non era ben attaccata alla parte finale del tappeto. Il fuori programma creò un pò di trambusto ai parenti degli sposi. Dopo sei anni, la donna è stata risarcita.