«La donna in nero» batte tutte le altre

Brunella Schisa con «La donna in nero» (Garzanti) ha vinto il ventitreesimo Premio Letterario nazionale «Rapallo Carige» per la donna scrittrice; al secondo posto è giunta Lucrezia Lerro con «Il rimedio perfetto» (Bompiani) ed al terzo Laura Bosio con «Le stagioni dell’acqua» (Longanesi).
Le tre opere finaliste erano state scelte tra le sessantadue opere in concorso dalla Giuria di critici presieduta da Leone Piccioni oltre che dalla giuria popolare formata da cinquanta lettori.
Un premio speciale della giuria era stato assegnato a Lina Wertmuller per il volume autobiografico edito da Frassinelli, mentre il premio «opera prima» era stato assegnato a Rossella Pastorino per il romanzo «La stanza di sopra» (ed. Neri Pozza).
La cerimonia di premiazione si è svolta nel parco di Villa Tigullio, presentata da Livia Azzariti; lettori d’eccezione sono state l’attrice Paola Gassman, madrina di questa edizione, Vanessa Gravina e Marco Marelli; ospite d’onore Katia Ricciarelli che ha eseguito alcune romanze.
Una parte della ceromini di premiazione premio «Rapallo Carige» sarà trasmessa venerdì prossimo 7 settembre nel corso di un programma speciale su Rai Tre.
Il premio, pensato e voluto dal giornalista Rai Pier Antonio Zannoni, tuttora regista dell’evento, è indipendente e ha visto, nel corso degli anni, tra le numerose scrittrici partecipanti anche Susanna Tamaro, Dacia Maraini, Margaret Mazzantini, Fernanda Pivano, Anna Maria Ortese, Cristina Comencini.