Donna non si ferma al posto di blocco: uccisa

Colpita da un colpo di pistola esploso da una carabiniere che aveva evitato di essere investito: la donna eveva appena ritirato 40mila euro frutto di un'estorsione

Verona - Una donna veronese è rimasta uccisa da un colpo di pistola esploso da un carabiniere che poco prima aveva evitato di essere investito dalla stessa che tentava di fuggire dopo aver disatteso l'alt intimatole dai militari dell'arma. La vittima si chiama Susanna Venturini, di 51 anni di San Pietro di Legnago. La tragedia è avvenuta alle prime ore di oggi a Isola Rizza. Nel comune scaligero, in un'area di servizio Susanna Venturini aveva appena ritirato 40 mila euro, frutto di un'estorsione ai danni di un funzionario dell'ispettorato del lavoro. Presi i soldi, la donna stava per allontanarsi quando è stata circondata dai carabinieri che le hanno intimato l'alt. La donna a quel punto, è salita sulla sua Scenic ed è partita a forte velocità tentando di investire due carabinieri che si sono salvati gettandosi a terra. Uno dei militari ha estratto l'arma di servizio sparando cinque colpi contro la vettura; uno di questi, però, ha attraversato la carrozzeria colpendo Susanna Venturini mortalmente. Successivamente è stata arrestata una cittadina albanese che si trovava nei pressi a bordo di un'altra vettura e che gli investigatori considerano complice della Venturini.