Donna rapinata nell’auto ferma allo stop

L’accusa per i sanitari è omicidio colposo: avrebbero agito con «negligenza»

È una 64enne la donna rapinata ieri mattina da due ragazzini mentre era a bordo della sua auto, ferma a un semaforo. È accaduto in via Emilio Faà di Bruno, accanto a piazzale Insubria (estrema periferia zona Vittoria), intorno a mezzogiorno. La signora era alla guida sua Toyota Corolla quando un ragazzino con la pelle olivastra, a piedi, le si è avvicinato al finestrino del passeggero dove c’era la sua borsetta. Con un movimento fulmineo e servendosi di un pezzo di ceramica, il giovane ha spaccato il finestrino e, infilando il braccio nel punto in cui il vetro era infranto, ha afferrato la borsetta: qualche secondo appena e il giovane si era volatilizzato a bordo di uno scooter sul quale lo attendeva un complice. Nella borsetta c’erano 620 euro.