Donna sgozzata in un campeggio Forse è suicidio

L’hanno trovata vestita e riversa in una pozza di sangue all’interno della sua tenda nel campeggio «Ripamare» di Lavagna con un sacchetto in testa e una ferita da taglio inferta probabilmente con delle forbici. L’ipotesi dell’omicidio, però, è stata scartata quasi subito: accanto al corpo della vittima, una pensionata di 57 anni, è stato infatti ritrovato un biglietto d’addio indirizzato al marito in cui chiedeva scusa per il suo gesto. Secondo quanto riferito dai carabinieri la donna soffriva di una malattia nervosa, che sarebbe degenerata fino a condurla al suicidio. Per fugare completamente i dubbi il magistrato Gabriella Dotto ha disposto l’autopsia che sarà eseguita oggi in mattinata.