Donna trovata morta: marito e figlio accusati

Il sostituto procuratore generale della Procura della Repubblica milanese Paulo Baugero ha chiesto la condanna a 22 anni di carcere per Michele Tironi, ex artigiano di 71 anni, e il figlio Flavio, 41, accusati della morte di Gemma Lomboni, rispettivamente moglie e madre dei due imputati. Il 28 giugno di undici anni fa, il corpo della donna, casalinga di 55 anni, venne trovato nella cantina di casa a Mozzo, nel Bergamasco, appeso a un cappio agganciato a una trave. La richiesta di pena fa seguito alla sentenza di assoluzione in primo grado dei giudici di Bergamo e alla successiva condanna a 22 anni di carcere del figlio della donna da parte della Corte d’Appello del tribunale di Brescia. La sentenza di secondo grado era stata infatti bocciata dalla Corte di Cassazione per «evidente vizio di motivazione».