Donna trovata priva di vita nella cucina invasa dal fumo

Una donna di 40 anni è stata trovata priva di vita nella sua cucina invasa dal fumo di un pentolino lasciato sul fuoco. Con ogni probabilità, ma risposte più certe arriveranno dall’autopsia, la vittima è stata stroncata da un malore oppure soffocata da un pezzo di cibo che le ha ostruito la trachea. L’allarme è stato lanciato poco dopo le 19 dai residenti di via Senigallia 11, che hanno avvertito forte odore di fumo. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, personale medico del 118 e agenti delle volanti. Una volta sfondata la porta blindata, i soccorritori si sono trovati davanti al corpo della donna, Maria Luisa Minoia, che viveva da sola, riverso in cucina. I medici hanno tentato di rianimarla, ma per lei non c’era più nulla da fare. Dai primi accertamenti, l’ipotesi più probabile è che la donna si stesse preparando da mangiare quando è stata colta dal malore, oppure è stata soffocata da un boccone, lasciando il fuoco sotto la pentola che ha determinato poi il denso fumo. La polizia sta cercando, ma per il momento senza esito, qualche parente da informare del decesso.