An con le donne africane contro l’infibulazione

Cristiana Muscardini, europarlamentare e responsabile delle politiche comunitarie di An accusa Regione Lombardia di oscurantismo. Tema delicato: l’infibulazione, già oggetto di una legge nazionale varata il 9 gennaio dove viene sancito il divieto di mutilazioni e di manipolazione degli organi genitali femminili su territorio italiano. Cristiana Muscardini avverte: «Se questa disposizione passerà in Lombardia, sarò a fianco di coloro che vorranno appellarsi, oltre che al parlamento europeo, anche alla Corte europea dei diritti umani. An partecipa alle proteste delle donne africane per la mancata applicazione, da parte del governo di centro sinistra, della legge anti-infibulazione».
Pronta risposta di Gian Carlo Abelli, assessore alla Famiglia e Alessandro Cè, assessore alla Sanità che ricordano l’odierno incontro con i comitati scientifici dei progetti sulle misure di prevenzione delle mutilazioni femminili.