Donne, bimbi e nonni La Moratti prepara un centro antiviolenze

Verrà creato in Comune. Psicologi ed esperti assisteranno le vittime di stupri o soprusi

Un ufficio per assistere le vittime della violenza organizzato presso il Comune di Milano. È la proposta che il candidato sindaco del centrodestra, Letizia Moratti, farà martedì prossimo al convegno sulla sicurezza del cittadino che si terrà a Milano e al quale parteciperà anche il ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu.
L’ufficio avrà il compito di aiutare le donne, gli anziani, i bambini a riprendersi dopo aggressioni, stupri o violenze di ogni genere. Il tutto grazie all’aiuto di psicologi e assistenti sociali. Altro compito della nuova struttura sarà quello di aiutare le vittime del racket, delle estorsioni, delle truffe e dei borseggi a superare il momento post-crimine e a difendersi legalmente, fornendo consulenza legale, per rientrare in possesso dei propri beni. Particolare attenzione dovrà essere rivolta agli anziani caduti nella trappola e vittime particolarmente indifese di questo orribile misfatto.
Altro compito sarà quello di intervenire con attività a favore delle persone colpite dall’odio razziale e religioso. Scopo principale sarà quello di aiutarle a difendere la propria identità culturale con l’aiuto di esperti, sacerdoti, ministri di culto, mediatori culturali.
L’ufficio, secondo la proposta stilata e che sarà oggetto di discussione domani mattina, dovrebbe servire anche per i tossicodipendenti per indirizzarli verso le comunità di accoglienza e per aiutarli a denunciare gli spacciatori. Infine dovrebbe essere di supporto in caso di calamità naturale.
L’idea dell’ufficio è nata sull'esempio di iniziative analoghe già attive a Londra, New York e Barcellona. L’obiettivo, secondo la proposta di Letizia Moratti, è di farlo diventare un presidio aperto ventiquattr’ore su ventiquattro con il supporto del mondo del volontariato e del no-profit.
In queste prime settimane di campagna elettorale Letizia Moratti, sul tema della sicurezza, ha dato giudizi positivi sull’esperimento del poliziotto e del carabiniere di quartiere e nei suoi cento progetti ha inserito nuovi nuclei di polizia locale per la sicurezza sui mezzi pubblici e nei parchi per evitare fenomeni di spaccio, taccheggio, accattonaggio. Inoltre ha proposto l’istituzione di un commissariato di polizia per ogni zona della città, superando l’attuale dislocazione che non coincide con i confini delle nove zone cittadine.
Per il convegno «La sicurezza del cittadino» l’appuntamento è per domani mattina alle 9.30 alla sala verde di Fiera Milano City (entrata da Porta Gattamelata). Ad organizzarlo «Nova Res Publica, Fondazione per una nuova cultura dello Stato». Apriranno il sindaco Gabriele Albertini e il vicepresidente della Commissione europea Franco Frattini. Dell’esperienza di Madrid parlerà il presidente della Regione Dona Esperanza Aguirre. Conclusioni del ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu.