Donne e diritti alla Fondazione Garrone

«Una riflessione sui diritti non può che prendere il via dalle “virtù repubblicane”: principi, valori e storia della nostra democrazia. Elementi indispensabili per la costruzione e l'applicazione del diritto e delle sue modifiche nel tempo». È questo lo spirito del ciclo «Le Virtù Repubblicane. Lezioni di civiltà: le donne e i diritti», che la Fondazione Edoardo Garrone ripropone quest'anno per tre lunedì consecutivi. «Con questo ciclo di incontri, la nostra Fondazione - ha ricordato il presidente, Riccardo Garrone - vuole proporre al pubblico una programmazione ricca e continuativa di eventi con la partecipazione di nomi di eccellenza, un appuntamento fisso nel panorama culturale di Genova». Le lezioni - ideate e curate da Eva Cantarella, docente di Istituzioni di Diritto Romano e di Diritto Greco all'Università di Milano e membro del Comitato Scientifico della Fondazione, coordinate dal giornalista Arnaldo Bagnasco -, prenderanno il via lunedì 26 novembre (ore 18) nella sede della Fondazione in via San Luca 2. Fernanda Contri - già vicepresidente della Corte Costituzionale -, parlerà di «Diritti delle donne e diritti umani». Il 3 dicembre si parlerà invece di «Donne e lavoro» con il direttore generale del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, Lea Battistoni. L'ultimo appuntamento il 10 dicembre con la lezione «La Costituzione e il principio di uguaglianza» tenuta da Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale e docente di Diritto Costituzionale all'Università di Milano.