«Donne e poesia», omaggio al talento di Antonia Pozzi

C’è tempo fino a domenica per iscriversi al concorso, aperto a tutti. L’opera vincitrice sarà pubblicata in una speciale collana

Roberto Zadik

Fino a domenica, poeti o aspiranti tali potranno mettersi alla prova partecipando al concorso «Donne e poesia», indetto dall’associazione culturale «Archivi del ’900». Inviando una raccolta di poesie inedite alla sede della libreria dell’ente, al civico 2 di piazza San Fedele, e pagando una quota di iscrizione di 16 euro sarà possibile concorrere al bando, dedicato alla poetessa milanese Antonia Pozzi, prematuramente scomparsa il 2 dicembre del 1938. Un premio di livello nazionale e un omaggio a un talento della poesia come la Pozzi che, a soli 26 anni, travolta dal «male di vivere» si suicidò con un’overdose di barbiturici.
Precoce e schiva, la Pozzi in pochi anni ottenne un grande successo riuscendo a farsi apprezzare da grandi autori come Eugenio Montale. La manifestazione, giunta alla quinta edizione, rappresenta una grande opportunità per i giovani poeti di far conoscere i propri scritti, che verranno esaminati da una giuria qualificata composta da esperti del settore. Una volta spedito il materiale, comprensivo di biografia, indirizzo e recapito telefonico, scrittori, poeti e critici valuteranno le affinità con quanto scritto dalla Pozzi e in base a questo eleggeranno il vincitore. L’esito della selezione verrà comunicato a ottobre tramite posta ordinaria.
I volumi scelti verranno promossi e segnalati agli organi di stampa e facoltà universitarie, mentre la migliore tra le opere in gara uscirà nelle librerie pubblicata in una speciale collana delle Edizioni Archivi del 900’. I componimenti firmati dagli autori, eventualmente segnalati, verranno messi in rete in un apposita sezione all’interno del sito: www.archivi900.com.