Le donne milanesi battono tutte: sono le più belle della Lombardia

E chi l’ha detto che l’aria di città, lo smog e lo stress fanno male all’aspetto fisico? Tutt’altro. Le donne milanesi sono state elette le più belle della Lombardia. Dai tempi di Lucia Bosé ad oggi, non c’è gara. E a quanto pare nulla oscura la loro bellezza, nemmeno gli ingredienti tipici della città: né il traffico, che in teoria rovina pelle e capelli, né l’aperitivo, nemico numero uno della dieta. Il verdetto è firmato Swg: l’istituto di ricerca ha indagato sulle preferenze dei lombardi e ne è emerso un quadro bizzarro. Per i 33 per cento dei residenti in Lombardia le donne più belle della regione vivono tra Milano e la provincia di Milano. A seguire, ma con una percentuale praticamente dimezzata, ci sono le bresciane (votate le miss di Lombardia dal 16 per cento degli uomini). Le bergamasche arrivano solo al 12 per cento e le cremonesi se la cavano con un 10 per cento. Non conquistano il podio ma seguono con una percentuale dignitosa le donne della provincia di Monza e Brianza (8 per cento), che in teoria dovrebbero essere «cugine» delle milanesi. Per le altre non c’è menzione: non le varesotte, non le comasche, niente titolo per le mantovane. Sarà che Milano è la capitale della moda, ma non c’è gara in fatto di look, trucco e savoir faire.
Di sicuro il sondaggio è destinato a sollevare non poche polemiche e rivendicazioni, con rispettivi campanilismi sulle bellezze nostrane. Se ne discuterà stasera su Antenna 3, la rete televisiva che per eccellenza tratta argomenti di costume e società. Anni fa la tv locale tratteggiava la bellezza femminile con il Pomofiore o la Bustarella. Oggi lo fa con le indagini e i dibattiti. Il tema bellezza sarà affrontato nella seconda puntata del quiz show «Lombado doc», condotto da Eugenio Ban, il conduttore che riempie le piazze e fa ballare le signore di ogni età.
Il sondaggio è stato effettuato su un campione di 855 persone tra i 18 e i 64 anni. Tra gli ospiti della puntata ci sono Stefano Bolognini, leghista e assessore alla sicurezza della Provincia di Milano, Vladimiro Merlin, consigliere comunale a Milano per Rifondazione comunista e la giornalista Cinzia Petito. Le domande e le risposte dell’indagine targata Swg saranno solo uno spunto per avviare il confronto. Ma, c’è da giurarci, ogni ospite porterà con sé valide motivazioni per sostenere che le più belle della regione sono quelle di una o dell’altra provincia. Esempi, premi vinti nei concorsi di bellezza (miss Padania in testa) e rivendicazioni saranno il tema della trasmissione per sostenere il partito pro bionde o quello pro more.